unionevaldera@postacert.toscana.it
Unione Valdera

Bientina | Buti | Calcinaia | Capannoli | Casciana Terme Lari | Fauglia | Palaia | Pontedera


Username:[]
Password:[]
[]

Normativa regionale

Ordinanza R.T. n. 61 del 30 maggio 2020 

Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Avvio della Fase 2- CENTRI ESTIVI e SPIAGGE LIBERE

Di seguito sommariamente il dispositivo 

Attività ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all’aria aperta

Con il DPCM del 17/05/2020 è stato stabilito che a decorrere dal 15 giugno 2020 è consentito l’accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all’aria aperta, con l’ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti in conformità alle linee guida del dipartimento per le politiche della famiglia (allegato 8 del DPCM).

Il Presidente della Giunta Regionale della Toscana ha di conseguenza disposto che i soggetti proponenti attività ludico-ricreative - Centri estivi - debbano:

1- procedere alla realizzazione delle attività ludiche, ricreative – Centri estivi- per i bambini di età superiore a tre anni e gli adolescenti sul territorio regionale, a partire dal 15 giugno 2020, sulla base delle Linee guida di cui allegato 8 del DPCM del 17 maggio 2020;

2- sottoporre all’amministrazione comunale territorialmente competente, attraverso piattaforma SUAP, il proprio progetto tramite inserimento del modulo di comunicazione di inizio attività (all.1);

3- sottoscrivere insieme a ciascuna famiglia dei bambini iscritti il patto di corresponsabilità finalizzato al rispetto delle regole di gestione e delle misure di contenimento della diffusione del contagio epidemiologico da COVID -19 (all.2);

Spiagge libere

In merito alle spiagge libere sono state previste tali disposizioni:

1. Le spiagge libere siano gestite nel rispetto delle misure idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio definite nelle specifiche linee guida regionali (all.3).

2. Le suddette aree potranno comunque essere soggette alla regolamentazione da parte dei comuni finalizzata ad evitare assembramenti nell’area ed assicurare il distanziamento interpersonale, anche tramite accessi scaglionati in relazione agli spazi disponibili o limitazioni di accesso.

Di seguito il link per scaricare gli allegati e l' ordinanza

https://www.regione.toscana.it/-/ordinanze-della-regione-toscana

 

 

Ordinanza R.T. n. 59 del 22 maggio 2020 Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica daCOVID-19. Avvio della Fase 2

Di seguito sommariamente il dispositiivo

Tutte le attività per le quali il DPCM 17/05/2020 non stabilisca un espresso divieto di esercizio o una diversa data di apertura si intendono riattivabili dal 18 maggio;  In relazione alle attività per le quali non sussistano specifiche linee guida o protocolli, trovano applicazione i principi e le misure di cui alle ordinanze del Presidente della Giunta regionale n.48/2020; n.57/2020, nonché i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale per la riaperturadei relativi settori di riferimento o per ambiti analoghi.

E' possibile riprendere l'esercizio dell'attività corsistica individuale (a titolo esemplificativo e non esaustivo: scuole di musica, di danza, di pittura, di fotografia, direcitazione, di lingue straniere ecc.), può essere effettuata con le modalità di cui al punto 2 della presente ordinanza

Gli allegati del provvedimento contengono misure di contenimento in merito a

-spettacolo viaggiante

-musei

-biblioteche e archivi

- guide turistiche alpine ambientali

Riprende l’attività corsistica individuale (atitolo esemplificativo e non esaustivo: scuole di musica, di danza, di pittura, di fotografia, direcitazione, di lingue straniere ecc.), può essere effettuata nel rispetto delle ordinanze regionali e deo protocolli nazionali

Vietata la messa a disposizione di giornali, riviste o altro materiale cartaceo da parte delle attività

Il Presidente della Regione Toscana con Ordinanza n.58 del 18 maggio 2020 ha disposto dal 18 maggio quanto di seguito:

"È vietata in via temporanea la messa a disposizione di giornali, riviste, depliants illustrativi o altromateriale cartaceo per la lettura o consultazione pubblica da parte dei clienti, all’interno di pubblici esercizi (bar, pizzerie, ristoranti, esercizi commerciali, etc.), degli studi professionali, delle attività di parrucchieri, tatuatori ed estetisti, degli stabilimenti balneari e in generale in tutte le attività aperte al pubblico o che prevedano la fruizione da parte di clienti"

_______________________


CONSULTA l'ordinanza già pubblicata nel sito della Regione Toscana n. 57 del 17 maggio 2020 ad oggetto "Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemioogica da Covid-19. Avvio della Fase 2" 

In tale provvedimento si prende atto che la situazione epidemiologica della Toscana e si conferma la tempistica dettata dalle disposizioni nazionali per la riapertura delle attività economiche, produttive e sociali nel rispetto delle Linee Guida di cui all'allegato 17 del DPCM 17 maggio 2020.

-è altresì consentita la somministrazione di alimenti e bevande, limitando la fruizione alle sole aree di somministrazione, anche in quelle attività tutt’ora non consentite dal DPCM del 17maggio 2020. Si conferma anche in questo caso l’applicazione delle citate Linee guida regionali nonché, ove previsto, la limitazione ai soli associati

- si conferma l’utilizzo obbligatorio della mascherina protettiva, in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente ad eccezione dei bambini di età inferiore ai sei anni e alle persone che non tollerino l’utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione rilasciata dammg/pls

- distanza interpersonale minima di almeno un metro, salvo che per lo svolgimento delle attività sportive, raccomandando tuttavia un distanziamento interpersonale di almeno 1,80 metri

-le persone conviventi non sono obbligate, tra loro, al mantenimento della distanza interpersonale e all’uso di mascherina

 -l’attività degli stabilimenti balneari si svolge, pur con decorrenza dal 18 maggio, in conformità alla DGRT n.136 del 02-03-2009, relativa ai periodi di apertura degli stabilimenti

- dal 24 maggio è consentito lo svolgimento di  attività sportive in forma individuale, ivi compreso tennis e golf, nonché l’allenamento individuale di sport di squadra, anche in impianti pubblici o privati e all’interno di strutture e circoli sportivi, se svolta in spazi all’aperto, che consentano nello svolgimento dell’attività il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 2metri. Resta sospesa ogni altra attività collegata all’utilizzo delle strutture di cui al periodo precedente compreso l’utilizzo di spogliatoi, palestre, piscine, spazi comuni al chiuso.

Dal 25 maggio si applicano le disposizioni del DPCM 17 maggio 2020

Sono   confermate le ordinanze  Regionali  n. 40 del 22.4.2020, n. 48 del 3.5.2020, n. 53 del 6.5.2020,relative ale misure di contenimento per tutti gli ambienti di lavoro, per gli esercizi commerciali, per i cantierie per gli studi radiotelevisivi, con esclusione dell’obbligo di consentire l’ingresso ad una sola persona per nucleo familiare negli esercizi commerciali, negli uffici pubblici e privati e negli studi professionali. Le ordinanze regionali n. 49 del 3.05.2020, n. 53 del 6.5.2020, n. 54 del 6 maggio 2020

Cessano di avere efficacia le Ordinanze n.50 del 3 maggio 2020 "Ulteriori misure in materia di contenimento e gestionedell'emergenza epidemiologica da COVID-19"

n. 44 del 26 aprile 2020 -"Disposizioni per le attività manutentive e conservative del distretto e delle imprese del settore tessile", 

 Ordinanza 43 del 24 aprile 2020 - COVID-19 - Disposizioni per le attività manutentive econservative del pellame nel distretto industriale di Santa Croce sull'Arno;

ordinanza 37 del 16 aprile 2020 - Ulteriori misure per la gestione dell'emergenza epidemiologicada COVID-19 in materia di manutenzione dei cantieri navali e stabilimenti balneari;-

ordinanza 36 del 14 aprile 2020 - Ulteriori misure per la gestione dell'emergenza epidemiologicada COVID 19 in materia di controllo fauna selvatica e forestazione;

Ordinanza 30 del 9 aprile 2020 - Ulteriori misure per la gestione dell'emergenza epidemiologicada COVID 19 ( in materia di commercio);-

Ordinanza 26 del 6 aprile 2020 - Misure straordinarie per il contrasto ed il contenimento sulterritorio regionale della diffusione del virus COVID-19 in materia di utilizzo di mascherine;- lett. e

Ordinanza 48 del 3 maggio 2020 relativamente alle disposizioni specifiche per esercizi commerciali, uffici pubblici e privati e studi professionali.

 

__________________________________________________

 

 CANTIERI. Nuove Disposizioni tecniche delibera R.T. n. 594 del 11 maggio

  La Regione Tosana con delibera n. 594 del 11 maggio ha superato in parte la precedente ordinanza n. 40 del 2020 in materia di CANTIERI PUBBLICI e  PRIVATI riguardo all’obbligo del distanziamento interpersonale e alla misurazione della temperatura corporea ed ha disposto sommariamente quanto di seguito:

-All’interno dei cantieri temporanei o mobili sia pubblici che privati e dei relativi ulteriori luoghi di lavoro, “qualora il lavoro imponga di lavorare a distanza interpersonale minore di un metro e non siano possibili altre soluzioni organizzative è comunque necessario l’uso delle mascherine e altri dispositivi di protezione (guanti, occhiali, tute, cuffie, camici..) conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie”. Laddove possibile, è consigliato io mantenimento di una distanza

interpersonale di 1,8 m.
- Il personale, prima dell’accesso al cantiere dovrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea. Se tale temperatura risulterà superiore ai 37,5°, non sarà consentito l’accesso al cantiere”.

-I cantieri in corso si adeguano alle disposizioni della presente delibera entro sette giorni dalla data di pubblicazione sul B.U.R.T. della delibera medesima

Allegato 1 - Senza rapporti di clientela
Allegato 2 - Attività commerciali
Allegato 3 - uffici privati

 

________________________________

 

Ordinanza n.54 del 06 maggio 2020 "Ulteriori disposizioni in merito ai test seriologici rapidi connessi alla emergenza pandemia da COVID-19"

Con tale provvedimento si conferma le categorie di soggetti, individuati dalle ordinanze n. 23 e n.39 del 2020, ai quali è effettuato con priorità il test seriologico rapido e integra le suddette categorie di soggetti con i seguenti lavoratori ed operatori:

-studenti universitari delle facoltà sanitarie  che abbiano accesso all'interno di strutture socio-sanitarie

-medici ed infermieri operanti come liberi professionisti

-odontoiatri libero professionisti

-tabaccherie

-magistrati e personale amministrativo delle giurisizioni ordinanria, amministrativa e contabile che hanno rapproti con il pubblico

-operatori e ospiti delle strutture di accoglienza per migranti, maestri, insegnanti e personale ATA delle scuole di ogni ordine e grado e personale afferente agli asili nido e campi estivi al momento della ripresa delle attività

-lavoratori ed operatori, liberi professionisti e non, che abbiano ripreso l'attività o la riprendano o che non abbiano mai interrotto e che hanno avuto contatto con il pubblico

Consulta per esteso l'ordinanza e l'allegato A che contiene i consigli organizzativi in merito per i datori di lavoro 

______________________________

Ordinanza della R.T. n. 53 del 06 maggio 2020 "Misure di contenimento sulla diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro. Disposizione per il settore radiotelevisivo"

Il provvedimento stabilisce che

-negli studi radiotelevisivi e nelle trasmissioni in esterno al chiuso, nel caso in cui sia garantito il mantenimento, tra tutte le persone presenti, di una distanza interpersonale superiore a 1,8 metri, è possibile per gli ospiti e i conduttori/intervistatori non indossare mascherina protettiva per il tempo strettamente necessario alla realizzazione delle trasmissioni radio-televisive.
- tutti gli altri lavoratori presenti a vario titolo all’interno dello studio (cameramen, tecnici, ecc..,) devono indossare mascherina protettiva, come previsto dal DPCM del 26 aprile 2020 e dall’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 48 del 3 maggio 2020.
- si raccomanda di limitare al massimo il numero delle persone presenti in studio come ospiti e intervistatori/conduttori;
4. per le trasmissioni ed interviste radio televisive realizzate all'aperto si applicano le misure di distanziamento interpersonale come previsto dal DPCM del 26 aprile 2020 e dall’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 48 del 3 maggio 2020

______________________________


CORONAVIRUS. Ordinanza n.49 del 03.05.2020 "Ulteriori misure, ai sensi dell'articolo 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in tema di misureper la gestione dell§emergenza sanitaria legata alla diffusione della pandemia da COVID-19.Disposizioni in merito alle prestazioni sanitarie e alle attività delle strutture semiresidenziali (centridiurni), per persone con disabilità"

Si segnala che con tale provvedimento:

-è attivata a favore della medicina generale e della pediatria di famiglia l’infrastruttura regionale per l’effettuazione delle visite in modalità telematica

- sono riattivate le attività di screening oncologico di I° livello, con prioritario e graduale recupero delle chiamate non eseguite nel periodo di emergenza, con le stesse modalità di sicurezza previste per le prestazioni ambulatoriali

- non è consentito, sia a livello di ricovero, sia di visita ambulatoriale, nessun accompagnatore se non per minori o disabili o non autosufficienti

- sono mantenute le operazioni di pre-triage e di check point all’ingresso degli ospedali e dei presidi territoriali

- per le attività di prelievo, e tutte quelle ad accesso libero, è fatto obbligo di prenotazione conestensione fino al primo pomeriggio

- nelle strutture sanitarie è obbligatorio indossare la mascherina in ambienti condivisi. E’comunque raccomandata la distanza interpersonale 1,80 metri

 

______________________________


Ordinanza n.48 del 03.05.2020 "Misure di contenimento sulla diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro. Revoca dellaordinanza n.38/2020 e nuove disposizioni"  

N.B. Efficacia cessata relativamente alle disposizioni specifiche per esercizi commerciali, uffici pubblici e privati e studi professionali, così come disposto con successiva Ordinanza della Regione Toscana n. 57 del 17 maggio 2020 ad oggetto "Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemioogica da Covid-19. Avvio della Fase 2"

Consulta la sezione Misure di contenimento COVID-19 Info e indicazioni da seguire


______________________________

Ordinanza R.T. n.47 del 02.05.2020  Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Misure in materia di Trasporto Pubblico Locale", valida dal 4 maggio fino al 31 luglio,

di seguito sommariamente il dispositivo

- l'utilizzo del mezzo pubblico è consentito esclusivamente per gli spostamenti delle personemotivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”  

-su ciascun mezzo pubblico è necessario mantenere la distanza di almeno un metro tra i passeggeri e tra i passeggeri e il conducente;

- i passeggeri devono obbligatoriamente indossare la mascherina ed è raccomandato l’utilizzo di guanti protettivi monouso o la pulizia/sanificazione delle mani prima e dopo l’utilizzo dei mezzi pubblici;

- non sono soggetti all’obbligo di indossare la mascherina i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti


-la salita e la discesa dei passeggeri dal mezzo deve avvenire in corrispondenza delle fermate, secondo flussi separati, con la salita e la discesa da porte diverse, oppure, nel caso di utilizzo di una sola porta, effettuando prima la discesa e successivamente la salita dei passeggeri

_________________________________________________

_________________________________________________

 

Ordinanza del Presidente della Regione Toscana n.39 del 19 aprile 2020 "Ulteriori indirizzi e raccomandazione per la esecuzione di test sierologici rapidi, in relazione alla emergenza pandemica da COVID-19"

Con il provvedimento vengono fissate le nuove priorità nell’effettuazione dei test sierologici rapidi, a carico del servizio sanitario regionale e dunque gratuiti per i cittadini

C’è anche l’elenco dei laboratori di analisi a cui rivolgersi: quaranta in tutta la regione, distribuiti su tutte e nove le province e la città metropolitana.

_________________________________________________

 

Ordinanza n.38 del 18 aprile 2020 che prevede nuove misure di contenimento sulla diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro (REVOCATA)

_______________________________________________

 

Ordinanza 21 del 29 marzo 2020 - Misure straordinarie per il contrasto ed il contenimento sul territorio regionale della diffusione del virus COVID-19 nell'ambito delle Residenze Sanitarie Assistite (RSA) e Residenze Sanitarie Disabili (RSD) e altre strutture socio-sanitarie. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.