unionevaldera@postacert.toscana.it
Unione Valdera

Bientina | Buti | Calcinaia | Capannoli | Casciana Terme Lari | Fauglia | Palaia | Pontedera


Username:[]
Password:[]
[]

Misure di contenimento COVID-19 Info e Indicazioni da seguire

Misure di contenimento COVID-19 Info e Indicazioni da seguire

In applicazione delle misure del nuovo decreto legge n.33 del 26 maggio 2020, è stato emanato il DPCM 17 maggio 2020 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.126 di pari data).


Il nuovo DPCM recepisce, all'Allegato 17, le linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 maggio 2020, trasmesse al Consiglio dei ministri in data 17 maggio 2020 unitamente al parere del Presidente della Conferenza dei presidenti delle regioni e delle province autonome.


In particolare


ESERCIZI COMMERCIALI


Obbligo di

 

-Informazione

-Distanza interpersonale di 1 mt (dove è possibile a 1,8 mt)

-Pulizia e igiene 2 volte al giorno

-Areazione naturale  e ricambio d'aria

-Posizionamento di disinfettanti per le mani in più punti in paricolare accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento)

-obbligo della mascherina quando non si può garantire la distanza interpersonale di 1 mt

-guanti usa e getta nelle attività di acquisto


-accessi regolamentati attraverso:

ampliamenti degli orari

nei locali con superfici inferiori a 40 mq può accedere 1 solo persona e sono ammessi non più di 2 operatori

 -se possibile differenziare i percorsi di entrata e di uscita

 

E' possibile

-contingentare gli accessi mediante misurazione della febbre

-dotare la cassa di barriere fisiche; in alternativa mascherina e gel igienizzante

 

Si ricorda che in Regione Toscana è ancora valida l'ordinanza n. 48 del 03 maggio 2020 sugli ambineti di lavoro  e la successiva ordinanza n. 57 del 17 maggio 2020  che per Gli esercizi commerciali prevedono altresì:

- accessi regolamentati e scaglionati dell’utenza per garantire la distanza interpersonale di almeno un metro, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. 

 -l’ingresso negli esercizi è consentito  solo con mascherina protettiva, che copra naso ebocca. Inoltre, è fatto obbligo di sanificare le mani o di utilizzare i guanti monouso

-all’ingresso dei negozi devono essere posizionati dispenser per detergere le mani e/o guanti monouso, così come nelle zone di prelievo di carrelli e cestelli

  

RISTORAZIONE ( RISTORANTI, TRATTORIE, PIZZERIE, SELF SERVICE, BAR, PUB, PASTICCERIE, GELATERIE, ROSTICCERIE , anche collocate in strutture ricettive, negli stabilimenti balneari, nei centri commerciali)

 

 

-Obbligo di


-Informazione in più lingue

-Areazione naturale  e ricambio d'aria

-Prodotti igienizzanti in più punti del locali e in prossimità dei servizi igienici

-Pulizia dei servizi igienici più volte al giorno (occore tenere un registro in merito)

- Obbligo di disinfezione delle superfici al termine di ogni servizio

-Divieto di buffet

-Obbligo della mascherine:

per il personale a contatto con i clienti

se la cassa non è dotata di barriere fisiche

per i clienti non seduti al tavolo

-I menù se cartacei devono essere a perdere, altrimenti in stampa plastificata o on line su cellulare

 

Capienza


-negli esercizi con posti a sedere la capienza è data dai posti a sedere. E' consigliata la prenotazione con obbligo di registrazione dei clienti per 14 giorni

I tavoli devono garantire la distanza di 1 mt tra clienti fatta eccezione per i nuclei familiari, i conviventi i minori accompagnati dal/dai genitori l'accompagatore ed il disabile o nel caso di utilizzino barriere fisiche tra i tavoli


-negli esercizi in cui non ci sono posti a sedere, la capienza è determinata dalla distanza interpersonale di 1 mt


Possibile 

-la consumazione al banco nel rispetto della distanza interpersonale di 1 mt

-contingentare gli accessi mediante la misurazione della febbre

--dotare la cassa di barriere fisiche; in alternativa mascherina e gel igienizzante

 

 

STRUTTURE RICETTIVE (Struttre alberghiere, extralberghiere e agriturismi)

-obbligo di

-informazione in più lingue

-distanza interpersonale di 1 mt in tutte le aree comuni e differenziazioni di percorsi

-igineizzanti in più punti della struttura

-della mascherina per i clienti  e per il personale in presenza di clienti o quando non è possibile grantire la distanza di 1 mt

-disinfezione prima e dopo di ogni oggetto fornito dalla struttura al cliente

-frequente pulizia e disinfezione di tutti gli ambienti e locali; pulizia ad ogni turno di lavoro del piano di lavoro e delle attrezzature utilizzate

-rispetto di quanto privisto dal protocollo Conferenza Regioni in merito al microclima

 

E' possibile

-utilizzare l'ascensore, purchè vi sia il rispetto della distanza interpersonae di 1 mt

-contingentare gli accessi mediante la rilevazione della febbre;

-barriere fisiche alla reception, in alternativa obbligo della mascherina

Per il servizio di ristorazione all'interno della struttura ricettiva si rimanda a quanto disposto per i servizi di ristorazione

 

SERVIZI ALLA PERSONA (ACCONCIATORI E ESTETISTI E BARBIERI)

Obbligo di

-Informazione

-prenotazione e mantenimento dell'elenco per 14 giorni (occorre un registro)

-riorganizzazione degli spazi per assicurare la distanza interpersonale di 1 mt tra le singole postazioni e i clienti

-soluzione per igiene delle mani in più punti del locale

- mascherina per l'operatore  e il cliente compatibilmente con il servizio

-pulizia  e disinfezione delle superfici di lavoro prima di servire un nuovo cliente

-regolare pulizia e disenfezione dei servizi igienici

-divieto di riviste e materiale informativo

è Possibile

-contingentare gli accessi con il criterio della misurazione della febbre

- barriere fisiche alla cassa, o in postazioni di lavoro in alternativa obbligo della mascherina e gel per le mani

Per L'ESTETICA occorre anche

uso di macsherina FFP2 o visiera protettiva, guanti e grembiuli monouso per prestazioni che richiedano una distanza ravvicinata

 

NON E' CONSENTITO l'uso della sauna, il bagno turco e le vasche idromassaggio

 

PISCINE ( piscine pubbliche, piscine finalizzate al gioco acquatico e ad uso collettivo ad esclusione di quelle termali e riabilitative o quelle alimentate da acqua di mare) 

E' obbligatorio

-l'informazione, anche mediate segnaletica

-divieto di accesso ad aventuali tribune, di manifestazioni, feste e intrattenimenti

-organizzazone degli spazi (spogliatoi e docce) in modo da garantire la distanza interpersonale di 1 mt

-dispenser con soluzioni idolcoliche per la fizione delle mani all'entrata ( i dispenser deveono essere posizionati nelle aree di frequente transito, nell'area solarium ect)

-capienza area solarium e aree verdi: almeno 7mq di superficie di calpestio a persona

-affollamento massimo vasca: 7 mq di superfiie di acqua a persona

-regolamentazione delle attrezzaure (sedie a sdraio, lettini) mediante percorsi dedicati per garantire il rispetto della distanza di 1,5 mt

-garantire trattamenti dell'acqua e il limite del parametro cloro attivo in vasca compreso tra 1,0-1,5 mg/l; cloro combinato inferiore o uguare a 0.40 mg; ph 6.5-7.5

-prima dell'apertura della vasca deve essere confermata l'idoneità dell'acqua alla balneazione tramite analisi di tipo chimico e microbiologicodei parametri di cui alla tabella A dell'alegato 1 all'Accordo Stato Regoni e PP.AA. 16.01.2003, effettuate da apposito laboratorio

-regolare e frequente pulizia delle aree comuni (spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici..) e attrezzature (sdraio, sedie, lettii, galleggianti, natanti...)

-disinfetazione delle atttrezzature ad ogni cambio di persona o nucleo famigliare


E' possibile

-contingentare l'accesso tramite il criterio della misurazione della febbre

-priviligiare l'accesso tramite prenotazione, nel caso occorre mantenere in un registro l'lenco delle ersone per 14 giorni

Le piscine accquatiche possono essere utilizzate solo come vasche da balneazione

TUTTE LE MISURE DOVRANNO ESSERE INTEGRATE NEL DOCUMENTO DI AUTOCONTROLLO IN AUN APPOSITO ALLEGATO AGGIUNTIVO DEDICATO AL CONTRASTO DELL'INFEZIONE DA SAR-S-COV-2.

TUTTE

COMMERCIO AL MINUTO SU AREE PUBBLICHE 

E' obbligatorio 

Distanza interpersonale di 1 mt

Informazione in lingua italiana e inglese 

Sistemi per l'igiene delle mani 

Guanti uso e getta per acquisti di alimenti e abbigliamento 

Mascherine per operatori e clienti 

Pulizia giornaliera delle attrezzature prima della vendita 

Igienizzazione prima della vendita dell'abbigliamento e scarpe usate 

 

PALESTRE


E' obbligatorio

-Informazione su tutte le misure da adottare

-programma delle attività e regolamentazione degli accessi

- registrazione dele presenze e obbligo di mantenimento dell'elenco per 14 giorni

-distanza di almeno 1 mt negli spazi compresi docce e spogliatoi

-ditanza di 1 mt per le persone che non svolgono attività fisica, 2 mt durante l'attività fisica

-dispenser con soluzioni idroalcoliche

-disinfezione delle macchine e attrezzature dopo l'utilizzo da parte di ogni singolo soggetto

-divieto di utilizzo di macchine e attrezzi che non possono essere disinfettati

-pulizia e disinfezine di tutti gli ambienti

 -rispetto di quanto previsto dal protocollo Conferenza Regioni di cui all'allegato 17 del DPCM 17 maggio 2020 in merito al microclima

SPETTACOLO VIAGGIANTE 

E' obbligatorio

 -I gestori e loro collaboratori dovranno essere muniti di mascherina che copra naso e bocca e guanti monouso

  -Posizionare in corrispondenza della cassa/biglietteria dispenser con gel per e/o guanti monouso.

 -Alla cassa, ove possibile, si raccomanda di posizionare pannelli di separazione tra i lavoratori e l’utenza

 -I clienti dovranno essere muniti di mascherina che copra naso e bocca

- Prima di accedere all’attrazione, occorre  sanificare le mani o di utilizzare i guanti monouso

- La distanza interpersonale minima da garantire è di almeno un metro;   Il distanziamento interpersonale dovrà essere garantito lungo i viali di collegamento tra più attrazioni, durante la coda per l’accesso alle attrazioni e sulle attrazioni medesime, ancheattraverso installazione di apposita cartellonistica e/o segnaletica orizzontale e verticale. 

- dovranno essere adottate tutte le misure necessarie a garantire il distanziamento nella fruizione dellatrazioni

  -I fratellini e i genitori che accompagnano bimbi piccoli non sono obbligati, tra loro, al mantenimento della distanza interpersonale

  -Relativamente a ciascuna attrazione, dovrà essere separato il percorso di ingresso dal percorso di uscita

  -Dovrà essere effettuata in più momenti della giornata accurata disinfezione delle attrazioni utilizzando

  -Dovrà essere effettuata informazione all’utenza sui comportamenti da tenere mediante cartellonistica e mediante frequenti messaggi sonori


GUIDE TURISTICHE, ALPINE E AMBIENTALI EDACCOMPAGNATORI TURISTICI

E' obbligatorio

-la distanza interpersonale minima di almeno un metro

-per l’attività di accompagnamento in percorsi naturalistici e montagna (escursionismo,arrampicata, trekking, ecc...), la distanza interpersonale da mantenere è di almeno due metri

-utilizzo obbligatorio della mascherina, in spazi chiusi in presenza di pù persone e in spazi aperti, nel caso non siapossibile mantenere il distanziamento interpersonale, salvo i bambini al di sotto dei sei anni, i soggetti con forme didisabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina nonché i soggetti che se ne prendono cura

Le persone conviventi non sono obbligate, tra loro, al mantenimento della distanzainterpersonale e all’uso di mascherina

 E’ necessario contingentare il numero di persone presenti contemporaneamente nei localie negli spazi comuni, in modo da garantire il mantenimento della distanza interpersonale

Lavarsi le mani con acqua e sapone o in alternativa con gel igienizzante ad inizio e fineattività e ogni volta possibile durante l’attività avendo con sé gel o spray igienizzante

Disinfettare/igienizzare tutti i materiali utilizzati prima e dopo l’attività

E' possibile

I partecipanti potranno essere sottoposti alla misurazione della temperatura corporea, nelrispetto della normativa sulla privacy.

  Compatibilmente con la struttura organizzativa, comunicare in anticipo, on-line o tramite e-mail, ai partecipanti i comportamenti da tenere e le indicazioni per la mitigazione delrischio da Covid-19

   Pianificare l’attività, preferibilmente mediante prenotazione

 
 

IN REGIONE TOSCANA TUTTI GLI AMBIENTI DI LAVORO, compreso le libere professioni e gli autonomi ( ad eccezione dei CANTIERI) , devono rispettare l' ordinanza della R.T. n.48 del 03.05.2020" Misure di contenimento sulla diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro. Revoca della ordinanza n.38/2020 e nuove disposizioni" in cui dal 4 maggio si dettano nuove disposizioni

Il datore di lavoro per svolgere l'attività dovrà redigere un protocollo di sicurezza anti-contagio;

Il protocollo anticontagio può essere trasmesso con le seguenti modalità ALTERNATIVE:

1) compilazione on line sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari. In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente a video, durante la compilazione, con contenuti uguali a quelli riportati negli allegati della delibrazione n. 595 (per maggiori dettagli consulta la news precedente ad oggetto:"CORONAVIRUS: procedure di sicurezza anti-contagio - Breve guida per l'attivazione dell'adempimento COVID-19 sul sistema STAR"); 


2) trasmissione tramite e-mail all’indirizzo protocolloanticontagio@regione.toscana.it, compilando, per l’attività di competenza, lo specifico allegato alla presente delibera. In tal caso alla mail dovrà essere allegato, oltre al protocollo, la copia del documento di identità in corso di validità del firmatario del protocollo.

NOTA BENE: non sono accettati protocolli trasmessi con PEC.

La deliberazione 595 del 11/05/2020, dispone altresì la PROROGA dei termini di scadenza  per l'invio del protocollo anti contagio da parte delle attività aperte dal 18 aprile 2020, che è stata stabilita al 31 MAGGIO 2020 (anzichè il 18 Maggio come precedentemente previsto).

Per le altre attività la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura.

Coloro che hanno già inviato il protocollo tramite e-mail o tramite compilazione on line non devono inviarlo nuovamente, ferma restando l’applicazione delle disposizioni, di cui alla ordinanza 48/2020.

ll protocollo anti-contagio dovrà essere stampato e sempre reso disponibile presso l’attività per i controlli previsti dalla legge

Di seguito sommariamente il dispositivo dell'ordinanza

- il datore di lavoro deve assicurare gli spazi necessari per le informazioni ai dipendenti e collaboratori dell’azienda che intendano volontariamente sottoporsi allo screening sierologico

-all’interno degli spazi vi è l'obbligo della mascherina chirurgica

-se il il lavoro impone di lavorare a distanza interpersonale minore di un metro e non siano possibili altre soluzioni organizzative è necessario l’uso delle mascherine e altri dispositivi di protezione (guanti,occhiali, tute, cuffie, camici, ecc...) conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche esanitarie

In presenza di febbre, e con temperatura corporea superire a 37,5°, o in presenza di sintomi influenzali è vietato recarsi al lavoro ed è obbligatorio rimanere al proprio domicilio. Il datore di lavoro potrà attivarsi per sottoporre i personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro, al controllo della temperatura corporea

-devono essere installarti idonei e diffusi dispenser per detergere le mani e fornire mascherine protettive e eventualmente guanti monouso

- la sanificazione deve essere effettuata almento una volta al giorno e comunque in funzione dei turni e deve essere garantito quanto più possibile il ricambio dell’aria

 La sanificazione può essere svolta tramite le normali metodologiedi pulizia utilizzando prodotti quali etanolo a concentrazioni pari al 70% ovvero i prodotti abase di cloro a una concentrazione di 0,1% e 0,5% di cloro attivo (candeggina) o ad altriprodotti disinfettanti ad attività virucida, concentrandosi in particolare sulle superfici toccatepiù di frequente (ad esempio porte, maniglie, tavoli, servizi igenici etc). Tali adempimenti devono essere ordinariamente registrati d

Allegato Sintesi Novità Nuovo protocollo (42,16 KB)